Recensione del film “Quasi amici”

In seguito ad un incidente di parapendio che lo ha reso tetraplegico dal collo, Philippe sembra essersi lasciato andare totalmente alla sua condizione, al punto da rifiutare qualsiasi badante gli affidino. Tutto però sembra poi cambiare quando nella sua vita entra Driss, un giovane ragazzo di colore che, per una serie di circostanze fortuite, si ritrova a fargli da badante. Nonostante le prime antipatie, però, col tempo i due sviluppano un rapporto di intesa e simpatia che è poi destinato a diventare una solida amicizia.

Commento personale:

Inizialmente non ero molto sicuro se questo film mi sarebbe piaciuto, ma in seguito mi sono dovuto ricredere in quanto, nonostante i temi trattati, l’ho trovato davvero godibile. Una nota a favore va anche al personaggio di Driss, che pur essendo l’esatto contrario di Philippe, è certamente caratterizzato molto bene e non l’ho trovato affatto banale.

Alessandro Basile

Alessandro Basile

Buon giorno, utenti. Mi chiamo Alessandro, ho 21 anni e moltissima voglia di fare. Qui sul blog Aspierina mi occupo di diversi argomenti, tra cui le recensioni dei film che mi sono piaciuti oppure il pubblicare diversi argomenti legati a campi come la tecnologia o le scienze, passando anche per curiosità generiche. Mi auguro che tali articoli possano suscitare il vostro interesse e, oltre a ciò... vi auguro anche una buona lettura!

Lascia un commento

it_ITItalian