La musica beat: il favoloso periodo degli anni ’60

I primi accenni della musica beat nacquero nel 1962, il genere musicale poi declinò intorno al 1970, quando ormai si stava per affermare il rock progressivo.

Tra i primo gruppi beat si possono ricordare gli Alligatori, che incisero il loro primo 45 giri nel 1963. Il 45 si intitolava Tu con me/55 giorni a Pechino. il primo brano contenuto nel singolo era basato per lo più sulle parti vocali, mentre l’altro brano era la colonna sonora di un famoso film.

Molti in Italia erano i gruppi beat famosi. Tra questi si possono ricordare: i Camaleonti, i Dik Dik, i Corvi, i Ribelli, l’Equipe 84, i Delfini, i Rokes, ecc.

Esistevano anche delle cantanti beat femminili, come per esempio Patty Pravo, che si faceva soprannominare la “Ragazza del Piper”, oppure Caterina Caselli, che si faceva chiamare “Casco d’oro”. C’era anche Rita Pavone, che si faceva chiamare “Pel di carota”.

La caratteristica della musica beat era quella di un sound che ricorda molto il rock and roll, con la presenza di chitarre elettriche. In alcuni brani beat, erano presenti anche numerose parti vocali.

La musica beat purtroppo declinò nel 1970, quando ormai si stava già per diffondere il rock progressivo.

…Ma nella fine degli anni ’80, la musica beat ritornò di moda. Nel 1988 c’è stato un gruppo, gli Avvoltoi, che incisero un album intitolato “Il nostro è solo un mondo beat”, contenete il singolo “Questa notte”.

Alcune canzoni beat avevano come riferimento i movimenti politici di destra e di protesta. Alcune parlavano anche di tematiche giovanili.

Esistevano varie manifestazioni beat negli anni ’60, come per esempio il festival “Euro Davoli Pop”.

Ci sono tutt’oggi dei raduni dedicati alla musica beat, in modo di far ritrovare gli appassionati di questo genere musicale. Non mancano le esposizoni di vinili rari, mostre dedicate al beat in generale.

I Rokes, uno dei più famosi gruppi beat italiani.

Gli Alligatori, uno dei primi gruppi beat italiani, incisero il loro proimo 45 giri. Nella foto, la copertina.

 

Caterina Caselli, una delle famose cantanti beat femminili.

Il Piper Club è stato un locale dove negli anni ’60 si esibirono numerosi gruppi Beat. La cantante Patty Pravo fu soprannominata “la ragazza del Piper”.

 

michele sgambelluri

michele sgambelluri

Salve a tutti. Mi chiamo Michele, ho 24 anni e sono un ragazzo simpatico, divertente a cui piace molto fare amicizia. Ho un sacco di passioni: per quanto riguarda la mia musica preferita, mi piace tantissimo il punk rock. Altri generi musicali che mi piacciono molto sono il garage rock e il garage punk. Mi piacciono molto le sonorità pesanti, secche, grezze e datate. Quando avevo 15 anni, ho imparato a suonare la batteria da solo, andando ad orecchio, suonando con la base musicale e imparando via via molti ritmi. Ecco come ho fatto a infondere la mia passione che ho per il punk a uno strumento che ho imparato a suonare da solo. Un'altro hobby che ho è quello di raccontare battute divertenti. Un altro interesse che sto incominciando a coltivare è quello dei dischi in vinile e quello della musica anni '60/'70. Ma non è finita qui: ci sono altri hobby che vorrei elencare. Un altro degli hobby che ho è quello per il disegno: io so disegnare abbastanza bene. Ho anche la passione per i film horror. Amo molto quelli degli anni '80. Preferisco anche gli splatter, o i film dove ci sono scene molto forti in generale. Per concludere, la lista delle mie passioni e dei miei hobby è molto lunga, ma io preferisco fermarmi qua, tanto più o meno ho già capito cosa mi piace. Spero di poter continuare a coltivare queste passioni e questi hobby che ho per tutta la vita.

Lascia un commento

it_ITItalian